Domenica, 25 Agosto 2019 CercaCerca  
8 aprile 2009 Convegno MICOTOSSINE NEL MAIS: monitoraggio e possibilità di prevenzione - Corte Benedettina, Legnaro (Pd) - Cod. 120

120micotossine_maisPRESENTAZIONE
La coltivazione del mais nella Pianura Padana si caratterizza per le buone rese e l’elevata qualità delle produzioni. In queste aree il clima è però favorevole allo sviluppo di alcuni funghi (muffe) che contaminano la granella con delle tossine dette “micotossine”. Tra queste le più diffuse sono le fumonisine, prodotte soprattutto da Fusarium verticillioides. Per il mais destinato all’alimentazione umana è stata recentemente fissata (Reg.CE 1126/2007) la soglia massima tollerata per queste sostanze, mentre per i mangimi sono state emanate delle raccomandazioni (Racc. CE 2006/576). Sulla base di queste normative e come risulta dal monitoraggio quinquennale svolto nella nostra Regione, una importante quota della granella prodotta non è adatta per l’alimentazione umana e per la formulazione di mangimi destinati alle specie animali più sensibili. Attualmente le uniche possibilità di contenere lo sviluppo delle fumonisine sono limitate all’applicazione delle Buone Pratiche Agricole (BPA), così come previsto anche dalla Racc. CE 2006/583. Tuttavia i vantaggi derivanti dall’applicazione delle BPA sono condizionati dall’andamento climatico che, se molto favorevole allo sviluppo delle infezioni fungine, ne attenua sensibilmente l’efficacia. Una possibilità di migliorare il controllo della contaminazione da fumonisine può derivare dalla lotta diretta contro Fusarium verticillioides che ne è il principale produttore. Gli interventi di lotta diretta oggi non sono ancora possibili, ma vengono attivamente studiati e già si possono intravedere interessanti possibilità di impiego, soprattutto se tali interventi vengono integrati con le Buone Pratiche Agricole. Nel corso del presente convegno vengono presentati i risultati dei progetti regionali: dagli aspetti legislativi ai risultati del monitoraggio sulla diffusione delle fumonisine nel mais, dalla verifica dell’efficacia delle BPA applicate alla realtà produttiva Veneta alla sperimentazione in pieno campo della possibilità di controllo chimico e biologico delle infezioni di F. verticillioides e delle conseguenti contaminazioni da fumonisine della granella di mais.

CODICE INIZIATIVA120 

PIEGHEVOLE: scarica il pieghevole

MODALITÀ DI ISCRIZIONE:
ENTRO lunedì 6 aprile 2009
.
Compila la scheda di preadesione posta sul retro del pieghevole stesso. Invia la preadesione via fax al n. 049/8293909 del Settore Divulgazione Tecnica, Formazione Professionale ed Educazione Naturalistica - Veneto Agricoltura, oppure invia la richiesta indicando gli estemi anagrafici all'indirizzo e-mail:
divulgazione.formazione@venetoagricoltura.org 
Per le iscrizioni on-line compila il modulo

INFORMAZIONI:
Segreteria organizzativa di Veneto Agricoltura - Settore Divulgazione Tecnica, Formazione Professionale ed Educazione Naturalistica - via Roma 34 - 35020 Legnaro (PD).
Tel. 049/8293920 - Fax 049/8293909
e-mail: divulgazione.formazione@venetoagricoltura.org 

 

SERVIZI OFFERTI DALLA CORTE BENEDETTINA s.r.l.
Ristorazione e Alloggio in camera singola con bagno (pernotto e colazione 42 €) Per informazioni/prenotazioni contattare la Corte Benedettina s.r.l.- www.cortebenedettina.it -  tel. 049/8830779 (ore 10.00 – 16.00 escluso sabato e domenica) -  fax 049/8837105.

 

INDICAZIONI STRADALI:
In auto
Dall’autostrada A4 Milano-Venezia.
Dal casello Padova Est seguire le indicazioni per Piove di Sacco-Chioggia. Lungo la tangenziale proseguire fino alla uscita n°12 “via Piovese”. Al semaforo girare a sinistra oltrepassando Roncaglia e Ponte San Nicolò. Al semaforo di Legnaro centro (il secondo semaforo dopo il cavalcavia sull’autostrada A13 Padova-Bologna), girare a destra. Proseguire per circa 100 m; sulla destra, dopo la chiesa, si trova la Corte Benedettina. Seguire le indicazioni per il parcheggio interno lungo via Orsaretto.
Dall’autostrada A13 Padova-Bologna. Dal casello Padova Zona Industriale A13 girare a sinistra, al primo semaforo a sinistra direzione Ponte S. Nicolò. Superata la chiesa di Ponte S. Nicolò girare a sinistra in direzione Piove di Sacco-Chioggia. Al semaforo di Legnaro centro (il secondo semaforo dopo il cavalcavia sull’autostrada A13 Padova-Bologna), girare a destra. Proseguire per circa 100 m; sulla destra, dopo la chiesa, si trova la Corte Benedettina. Seguire le indicazioni per il parcheggio interno lungo via Orsaretto.

In autobus
Dal piazzale della stazione di Padova
partono ogni mezz’ora corse della autolinee SITA, linea 5 destinazione Sottomarina (attenzione non prendere la linea con destinazione Agripolis, che porta ad altra sede di Veneto Agricoltura). Info SITA: tel 049/8206811 www.sitabus.it