Sabato, 25 Maggio 2019 CercaCerca  
21 ottobre 2015 - Una gestione innovativa delle acque nelle zone costiere - I risultati del progetto WStore2

CONFERENZA FINALE

cp  PRESENTAZIONE DEL PROGETTO
Obiettivo principale: mettere a punto e dimostrare l’efficacia di un processo innovativo per massimizzare e ottimizzare l’uso delle acque meteoriche disponibili nelle zone rurali delle zone costiere. Si vuole valutare la possibilità, in un contesto di cambiamento climatico che minaccia le aree naturali e le attività economiche delle zone costiere, di invasare l’acqua di migliore qualità e renderla disponibile alle zone coltivate e naturali nei periodi secchi. In tal modo si intende tutelare le aree naturali, l’irrigazione delle colture e la salvaguardia delle più importanti zone turistiche e ricreative.

 

PARTNER COINVOLTI
Veneto Agricoltura, GAL Venezia Orientale, Consorzio per il Canale Emiliano Romagnolo, Dipartimento Processi Chimici dell’Ingegneria-Università di Padova  

copert 

PRESENTAZIONE
La conferenza fi nale del progetto WSTORE2 (www.wstore2.eu) intende condividere i risultati conseguiti nel corso dei tre anni di realizzazione e verifica di un sistema innovativo di gestione delle acque piovane, progettato per garantire la conservazione dell’ambiente e delle attività economiche nelle zone costiere minacciate dal cambiamento climatico. Le opere sono state realizzate nell’azienda pilota e dimostrativa Vallevecchia (Caorle) di Veneto Agricoltura e consistono in:
a) un sistema decisionale automatico per la gestione delle acque piovane che, in tempo reale, in seguito alla variazione dei parametri chimico fisici delle acque della rete di scolo e del suolo (in particolare la conducibilità elettrica che è correlata al contenuto dei sali) consente l’accumulo in un bacino di acqua di qualità (ridotto contenuto di sali);
b) un sistema di distribuzione dell’acqua immagazzinata che consente l’apporto di acque dolci alle zone non coltivate e l’irrigazione effi ciente di parte signifi cativa dei terreni coltivati. A questi sistemi è stato associato un sistema di coltivazione ottimizzato in funzione delle caratteristiche qualitative e quantitative dell’acqua immagazzinata nel bacino. 
Nel corso della conferenza finale, particolare attenzione sarà data alla valutazione delle potenzialità di applicazione delle soluzioni innovative messe a punto con WSTORE2 al di fuori di Vallevecchia. Le opere progettuali e i risultati tecnici e ambientali saranno oggetto di una visita guidata che prevede l’utilizzo di un “carro porta persone”. Durante la visita sarà fornita a tutti i partecipanti una pubblicazione inerente WSTORE2 e i progetti sinergici, tra cui i LIFE HELPSOIL e AGRICARE, ospitati a Vallevecchia. La pubblicazione, basata sull’approccio azienda aperta – protocolli aperti, consentirà a ciascuno, anche autonomamente, di localizzare tutte le opere e le attività progettuali e di avere gli elementi per ogni valutazione.

 

PROGRAMMA:
pdf
 

Segnaliamo che martedì 20 ottobre 2015 nella stessa sede si terrà il workshop “Best practice per la tutela dell’ambiente marino: il contributo dein progetti LIFE”, organizzata dal Punto di Contatto Nazionale LIFE del Ministero dell’ambiente (Direzione SVI) per favorire l’attivazione di opportuni canali di comunicazione e di una rete di contatti per affrontare in modo condiviso la sfi - da del miglioramento e della tutela dell’ambiente marino e costiero.
Per informazioni: http://www.aquae2015.org/event/bestpractice- per-la-gestione-delle-risorse-idriche-ela- tutela-dellambiente-marino-il-contributo-deiprogetti-life/

 

DESTINATARI
L’incontro è rivolto a tecnici, consulenti, imprenditori agricoli e tutti coloro siano interessati agli aspetti concernenti la gestione della acque in territori agricoli e naturali costieri in un contesto di cambiamento climatico. 

 

SEDE DI SVOLGIMENTO
La conferenza si terrà presso la Sala conferenze del Padiglione Expo Venice, via Galileo Ferraris 5 - Venezia. la visita guidata del pomeriggio si terrà presso l’Azienda pilota e dimostrativa “Vallevecchia”, loc.Brussa di Caorle (VE)

 

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
Si invita a segnalare la propria partecipazione secondo le modalità sotto riportate. La partecipazione, comprensiva del materiale didattico, è gratuita.

 

ISCRIZIONE
Per organizzare al meglio la giornata è gradita l’iscrizione che potrà essere segnalata entro il 14 ottobre 2015  con un e-mail a ambiente1.formazione@venetoagricoltura.org o telefonando al 0498293899 o meglio ancora attraverso il consueto sistema di iscrizione al sito www.regione.veneto.it/centroinformazionepermanente/Login.aspx

 
 PER GLI UTENTI NON ANCORA REGISTRATI al CIP - Centro Informazione Permanente di Veneto Agricoltura  
Collegarsi alla pagina www.regione.veneto.it/centroinformazionepermanente/Login.aspx dove sono disponibili le istruzioni e informazioni di dettaglio per effettuare la registrazione al CIP di Veneto Agricoltura. Una volta effettuata la registrazione, si potrà procedere con l’iscrizione all’iniziativa prescelta. La registrazione al CIP si fa una sola volta e dà la possibilità di essere costantemente aggiornati sulle iniziative informative, formative ed editoriali di Veneto Agricoltura.
PER GLI UTENTI GIÀ REGISTRATI
Accedere con la propria password alla pagina www.regione.veneto.it/centroinformazionepermanente/Login.aspx e procedere con l’iscrizione all’iniziativa prescelta
Info: www.venetoagricoltura.org (banda laterale destra, “Convegni-Seminari”),  

 

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA
Veneto Agricoltura - Settore Divulgazione Tecnica, Formazione Profesisonale ed Educazione Naturalistica
viale dell’Università, 14 - 35020 Legnaro (PD)  - Tel. 049/8293920-884 - Fax 049/8293909
e-mail: divulgazione.formazione@venetoagricoltura.org   

 

ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE
Ai partecipanti che lo richiederanno sarà consegnato un attestato di partecipazione.

 


Iniziativa finanziata dal Progetto
WSTORE2 (LIFE11 ENV/IT/035)
Reconciling agriculture with environment through a new water governance in coastal and saline areas

 


INDICAZIONI PER GIUNGERE
- alla Sala conferenze Padiglione Expo Venice Via Galileo Ferraris, 5 - 30175 Venezia
Automobile:
provenendo da Mestre – centro, casello autostradale o dalla stazione ferroviaria – Via Pacinotti è la prima laterale sulla destra di Via della Libertà, appena superato il Parco Scientifico e Tecnologico VEGA. Venendo da Venezia, da Parco San Giuliano o dall’Aeroporto, si vada in direzione Mestre e si prenda lo svincolo con indicazione VEGA. Ampio parcheggio coperto a pagamento, sottostante il padiglione, e parcheggi sia gratuiti sia a pagamento lungo via Ferraris.
Autobus: la maggior parte delle linee che collegano la terraferma con il centro storico di Venezia (Piazzale Roma) ferma a pochi metri dall’ingresso del padiglione. Le principali sono la 2, la 4, la 4L, la 6 e la 7. Fermate: Stazione FS Porto Marghera (da Venezia) o Deposito Ex Agip (per Venezia).
Treno: il Padiglione sorge a 5 minuti a piedi dalla stazione ferroviaria di Venezia Porto Marghera, sulla quale fermano i treni regionali ad alta frequentazione, nelle fasce di punta. Per chi scende alle stazioni di Venezia – Mestre o Venezia Santa Lucia, sarà necessario prendere un taxi o un autobus in direzione VEGA (10 minuti di tragitto)

- all’Azienda pilota e dimostrativa Vallevecchia Località Brussa - 30021 Caorle (VE)
Tel. e fax 0421.81488 e-mail:
vallevecchia@venetoagricoltura.org
Dal casello autostradale di Portogruaro (15 km)
Si prende per Concordia Sagittaria e, da qui, per la frazione Sindacale. Raggiunta la Strada Provinciale via Fausta si procede verso sinistra per alcuni chilometri fi no al semaforo di Lugugnana. Si svolta quindi a destra e si prosegue, attraversando in breve il piccolo abitato di Castello di Brussa. Proseguendo ancora in direzione del mare, sulla principale, si arriva al ponte di accesso a Vallevecchia.
Dal casello autostradale di Latisana (20 km)
Raggiunto l’abitato di Latisana lo si attraversa in direzione di Bibione, superando il fi ume Tagliamento. Si procede quindi lungo la Strada Statale Triestina, che si abbandona dopo circa 1,5 km, svoltando a sinistra ancora in direzione di Bibione. Raggiunto un incrocio con semaforo si prende a destra, in direzione di Lugugnana. Al semaforo di quest’ultima località, dopo aver svoltato a sinistra, si segue il percorso descritto in precedenza.
Dal casello autostradale di S. Stino di Livenza (43 km) Dopo il centro di S. Stino, seguendo le indicazioni per Caorle, si attraversa la s.s. Triestina Alta e si prosegue verso sud. Al semaforo dell’incrocio con la s.s. Triestina Bassa, si svolta a sinistra in direzione Bibione. Dopo circa 15 km, al semaforo di Lugugnana si svolta a destra e attraversato l’abitato di Castello di Brussa si giunge a Vallevecchia.